25 Settembre 2019

Presentazione della "Guida al turismo delle radici"

di lettura

Mercoledì 25 settembre 2019 sarà presentata la prima edizione della “Guida al Turismo delle Radici” presso la Sala Aldo Moro della Farnesina.

Il progetto, promosso dalla Direzione Generale per gli Italiani all’Estero del MAECI e dall’Associazione RAÍZ ITALIANA, è rivolto ai discendenti e alle nuove generazioni di italiani all’estero che, attraverso una serie di percorsi ed itinerari mirati, vogliono riscoprire i propri luoghi d’origine.

I “turisti delle radici” si recano ai Paesi di origine con l’intento di conoscere il territorio di appartenenza dei loro antenati, la sua cultura e le sue tradizioni, così da riallacciare una connessione e scoprire una seconda casa. Si tratta di un segmento turistico in decisa crescita nell’ultimo decennio, che può rappresentare un’importante fonte di sviluppo sostenibile per i piccoli borghi italiani, realtà spesso poco conosciute e non incluse negli itinerari tradizionali, ma con un grande potenziale economico legato alla ricezione turistica.

L’obiettivo principale che ha animato il progetto è il rafforzamento dei rapporti delle Comunità italiane all’estero con il paese d’origine, oltre a stimolare l’emergente settore del turismo dedicato alla riscoperta delle radici italiche.

Questa prima edizione sarà dedicata all’Abruzzo, alla Basilicata, all’Emilia Romagna e alla Puglia, ma la volontà è quella di ampliare l’iniziativa a tutte le regioni italiane.

La guida sarà inoltre pubblicata i tre edizioni (italiano/inglese, italiano/spagnolo e italiano/portoghese) in modo da raggiungere i circa 80 milioni di italiani all’estero.

Nella giornata di presentazione interverranno Luigi Maria Vignali, Direttore Generale per gli Italiani all’Estero, e Giovanni Bastianelli, Direttore Esecutivo ENIT e Capo Dipartimento per il Turismo della Presidenza del Consiglio dei Ministri.