25 Maggio 2019

Prima cattedra per studiare l’italicità all’Università Di Mar Del Plata

di lettura

Gli Italici, l’Italicità in relazione alla storia e al futuro della presenza italiana in Argentina, sono al centro della ricerca di alcuni docenti dell’Università di Mar del Plata.

Prima cattedra per studiare l’italicità all’Università Di Mar Del Plata

La prima Cattedra aperta Cultura Italica e Glocalizzazione nasce dalla collaborazione e dal dibattito sull’Italicità in rapporto al mondo glocal che si è sviluppata negli ultimi anni in Italia, Argentina, Venezuela, Brasile, Stati Uniti e in altri paesi.

“Glocal” definisce un mondo attraversato dal processo della globalizzazione nel quale alle spinte globali ne corrispondono altre locali, in un gioco complesso di processi locali che diventano globali e viceversa. 

Per avere successo in questo scenario, si rende sempre più necessaria la valorizzazione delle specificità locali, specificità che, nel caso della civiltà italica, è diventata sopranazionale e di condivisione culturale.

Il nuovo paradigma dell’italicità coinvolge non solo gli italiani residenti numerosi in oltre trenta paesi al mondo e i loro discendenti, ma anche coloro che amano l’Italia, la cultura, il modo di vivere, la moda, il design, la gastronomia, le manifestazioni dell’arte, ecc. Tanta gente che si sente, in qualche modo, positivamente legata all’Italia.

La cattedra sull’italicità

La cattedra si avvarrà anche dell’organizzazione di seminari, corsi, convegni per approfondire la ricerca sulle radici culturali e sull’identità collettiva, che si preferisce chiamare italica. Perché?

L’Italicità ha come sovrastruttura identitaria la cultura e non la cittadinanza e può essere alimentata e promossa soprattutto fuori dai confini nazionali. Prende forma dall’ibridazione e nell’ibridazione.

L’Italicità è un punto di vista, un’interpretazione che si basa sulla costruzione di un’identità attraverso dei processi culturali e pertanto si pone il mondo come orizzonte cognitivo. Vi è italicità in tutto il mondo. L’iniziativa si pone tre obiettivi strategici:

  • diffondere sia a livello nazionale che internazionale le caratteristiche storiche e attuali del fenomeno degli italici e dell’italicità
  • studiare l’influenza che l’italicità e gli italici hanno avuto nella cultura argentina, dando vita a fenomeni culturali propri e originali
  • elaborare progetti per legare e coinvolgere l’Argentina, l’Italia e altri paesi in cui si è sviluppata l’italicità, nei campi della cultura, della ricerca scientifica, dello sviluppo economico, sociale e politico.

Gli Italici del mondo hanno grandi potenzialità per contribuire alla costruzione di un mondo migliore.

Gruppo di lavoro

Il gruppo di lavoro che sta lanciando il progetto fa capo al sociologo Riccardo Giumelli, docente dell’Università di Verona, a Domenico Di Tullio in Argentina e a Alfredo D’Ambrosio in Venezuela. Determinante la partecipazione del vicerettore dell’Università Nazionale di Mar del Plata, Daniel Antenucci -  docente di Fisiologia e ricercatore dell’Istituto di Ricerche Marine e Costiere del Conicet – che ha proposto il suo ateneo come sede della cattedra.

La cattedra, nelle intenzioni dei promotori, dovrebbe essere proposta anche in altre università (sono in corso contatti con San Paolo, Caracas, Guatemala e - in Italia - con Verona e Milano).

Washington

10 mar 2019 7 lug 2019
Tintoretto: Artist of Renaissance Venice

Noto (Siracusa)

17 mag 2019 19 mag 2019
L’infiorata di Noto 2019

In tutta Italia

11 mag 2019 12 mag 2019
Giornata nazionale dei castelli 2019

Parigi

1 gen 2019 5 mag 2019
L’Archi-designer Gio Ponti a Parigi

Palermo

16 apr 2019 19 apr 2019
Seminario CGIE di Palermo