7 Settembre 2018

Bulgari al Museo del Cremlino

di lettura

Mosca ospita la retrospettiva “Tribute to femininity. Magnificent Roman Jewels”. Più di 500 gioielli Bulgari fino al 13 gennaio 2019.

La maison romana da cento anni segue l’evoluzione dei desideri e del gusto delle donne anticipando stili che hanno saputo coinvolgere generazioni diverse.

I gioielli da mille e una notte provengono dalla Collezione Heritage e da collezioni private. Tra i pezzi inediti la tiara del 1930 con acquemarine e diamanti, indossata da Beatriz di Spagna il giorno del suo matrimonio.

L’esposizione offre l’occasione per ricordare quelle donne che hanno saputo esprimere la loro personalità anche attraverso i preziosi Bulgari. Anna Magnani, Monica Vitti, Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Ingrid Bergman e Audrey Hepburn esprimevano il loro carisma e valorizzavano il loro fascino con le creazioni Bulgari.

L’immagine scelta per la mostra è una foto degli anni Settanta che rappresenta una donna qualunque che indossa un gioiello molto importante con naturalezza, gioendone senza ostentazione.

Bulgari cresce in Russia

Bulgari è entrato recentemente nel mercato russo aprendo la prima boutique a Mosca al GUM nel 2016. Ora le boutique sono tre, di cui una a San Pietroburgo. L’obiettivo è raggiungere nei prossimi anni quote di mercato simili a quelle detenute in America o in Giappone anche grazie all’utilizzo dell’e-commerce.

Nel 20121 inaugurerà il settimo Bvgari Hotel a Mosca dopo le aperture di Milano (2004), Bali (2006), Londra (2012), Pechino - Dubai (2017) e Shangai (2018).

A soli 300 metri dal Cremlino e dalla Piazza Rossa, Il Bvlgari Hotel di Mosca, ha un’imponente facciata progettata dallo studio di architettura Antonio Citterio, Patricia Viel and Partners, in collaborazione con ATRIUM - studio di architettura con sede in Russia.

L'hotel, ex residenza di una famiglia nobile, con 65 camere, il bar con ampia terrazza, la Spa e la piscina da 25 metri, è l'espressione perfetta dello stile italiano moderno.